Skip to main content

ARIA, TERRA, FUOCO E ACQUA

I QUATTRO ELEMENTI CI RACCONTANO STORIE E SAPORI DELLA NOSTRA TERRA.

Il 18 giugno 2018 si è svolta in casa Allcholica “Quinta Essentiae Competition”. Giunta alla sua quinta edizione la gara, promossa da Planet One, ha visto sfidarsi i bartender provenienti dagli angoli più remoti della terra sicula!
Quinta Essentiae è una competizione a livello nazionale che vede lo svolgimento del concorso nelle diverse sedi regionali Planet One di tutta Italia.
I partecipanti hanno dato sfoggio delle loro abilità nonché della loro creatività attraverso la creazione di cocktail che potessero ispirarsi ad uno dei quattro elementi presenti in natura: aria, terra, fuoco e acqua.

Non si è trattato esclusivamente di una giornata all’insegna della realizzazione di cocktail speciali, ma dell’invenzione di vere e proprie formule alchemiche nate dalla passione e dallo studio degli ingredienti.
E come ogni pozione che si rispetti non poteva mancare un elemento magico a dare quel tocco di rapimento e meraviglia, aggiungendo un gusto mistico ai cocktail. Stiamo parlando di Mixturae, una miscela di essenze naturali, frutto della sapienza dei monaci benedettini umbri, utilizzata per tutti i cocktail durante la gara.

VIAGGIO – RACCONTO ATTRAVERSO I QUATTRO ELEMENTI

Quante cose si possono trasmettere attraverso un cocktail? Tante, tantissime. Nella saletta l’aria sembrava quasi sospesa.
Tutti sembravano attendere che venissero aperte le danze prima possibile e tutto ciò, rendeva gli audaci barman inquieti ma allo stesso più carichi che mai. Gli undici erano pronti a deliziare giudici e pubblico con i loro cocktail e le loro “storie da bar”.

Come si sa un buon bartender deve esser bravo ad intrattenere il cliente e quale miglior modo per farlo se non raccontando una storia? Di storie quel giorno ne abbiamo sentite veramente tante e tutte raccontavano di uno terra millenaria che attraverso le sue mille sfaccettature ha mostrato nei secoli la bellezza della diversità. Tutti i cocktail realizzati dai partecipanti infatti parlavano di Sicilia. Ricette antiche tramandate da generazioni in generazioni, tradizioni e sapori unici in grado di condurre in uno spazio immaginifico in cui ritrovare, attraverso i quattro elementi, la vera essenza della nostra terra.

Quello che si evince dal Quinta Essentiae Competition svoltosi presso la nostra sede è l’estrema importanza nonché l’urgenza di raccontare e trasmettere il proprio territorio d’origine.
Si può parlare di passato, di tipicità e tradizione ma allo stesso tempo di creatività e innovazione anche dietro il bancone di un bar. I nostri partecipanti sono riusciti a farlo egregiamente, centrando altresì le aspettative dei giudici di gara, Andrea Finocchiaro, presidente di RistoWorld ItalyDavide Patanè bartender professionista e docente ed infine Luciano Di Mauro, trainer Lavazza.

COCKTAIL E CAFFÈ: LAVAZZA PER QUINTA ESSENTIAE COMPETITION

Quest’anno un ingrediente d’eccezione ha accompagnato i cocktail di Quinta Essentiae Competition. I quattro elementi hanno dato spazio anche ad un altro cocktail da inserire in gara con un ingrediente a dir poco singolare: il caffè, o meglio! Caffè Lavazza, main sponsor della competition.
Sono stati diversi i cocktail in cui è stato esaltato il gusto dell’espresso italiano, bandiera del Made in Italy nel mondo. La varietà di caffè scelta in occasione della competizione è stata ¡Tierra!, il progetto di sostenibilità che Lavazza porta avanti ormai da qualche anno. A rappresentare l’azienda durante la gara Luciano Di Mauro, che ci ha parlato della sua passione per il caffè e della possibilità di mashup tra il mondo del caffè e quello del bartending.

THE WINNERS!

È finalmente giunto il momento di svelarvi il vincitore catanese della quinta edizione di Quinta Essentiae Competition. Vincitore indiscusso Roberto Cavallaro, bartender di uno dei più noti bar del catanese, Caffè Epoca. L’obiettivo di Roberto è stato quello di dare ai nostri giudici di gara un’esperienza sensoriale attraverso Evolution, il cocktail che vuole evocare alla memoria il gusto di terre lontane, aromi antichi e sapori ancestrali. Oltre alla grande creatività e alla lunga esperienza maturata nel corso degli anni, Roberto Cavallaro ha sottolineato quanto per lui sia sia profondamente importante lavorare in maniera ecosostenibile al fine di ridurre gli sprechi ed ottenere un minor impatto sull’ecosistema. Roberto ha messo in luce un aspetto e un trend molto importante di oggi e ci auguriamo insieme a lui che questo consiglio possa essere seguito dai giovani bartender .

“Dobbiamo lasciare ai giovani un mondo migliore. Se non abbiamo senso civico non andiamo da nessuna parte”.

Queste le parole del bartender.

Rosalba Greco è un’altra delle vincitrici della nostra Accademia Allcholica, vincitrice grazie al ripescaggio on line. Si è aggiudicata la vittoria grazie al suo humus, drink romantico ispirato ai profumi della terra.

Roberto e Rosalba si sfideranno alla finalissima insieme ai vincitori del contest! Che vinca il migliore!

Ti è piaciuto questo articolo? Continua a seguirci per restare aggiornato su tutte le novità di Allcholica!

Vuoi vedere le foto dell’evento? Visita la nostra pagina instagram Allcholica 

Articolo a cura di Licia Bonafè